• Il libro nero del comunismo
  • Evoluzione del comunismo
  • Evoluzione del comunismo
  • Evoluzione del comunismo

Alcuni libri per capire cos'è stato il comunismo

Verrà l'Anticristo e sarà ecologista, pacifista, ecumenista, vegano, animalista, giustizialista, populista, omofilo.

propaganda arcobaleno

Bucate quei palloni gonfiati

Vai al cinema e trovi la solita storia a sfondo lesbico, con un richiamo storico al Male Assoluto e un’occhiatina complice ai migranti, meglio se neri, più una tiratina di erbe ecocompatibili. Peggio ti senti se vai a teatro, dove adattano a quel presente corretto e a quel presepe ogm anche autori antichi, drammi e opere del passato, travestiti e parlanti con le solite menate di oggi. Poi ascolti la musica somministrata dai media e vedi e senti gruppi di musicanti ossessivi, di quelli che rompono i timpani e non solo, coi loro rumori e le loro grida bestiali di dannati in preda ad allucinazioni, osannati ogni giorno dai media, che lanciano il solito messaggio sui diritti gay e dintorni. Che grandi, si preoccupano dell’Umanità e dei Diritti… Vai in libreria e trovi un nugolo di libri dei più vari autori che dicono tutti la stessa cosa: basta con le identità, accogliamo il diverso, ripudiamo tutto quel che sa di tradizioni, radici, civiltà, famiglie, salviamo il pianeta in pericolo, attenti al nazi che rialza la testa, apriamoci al mondo entrando però tutti dalla stessa parte, percorrendo tutti lo stesso cammino di progresso ed emancipazione. Ridicolo questo elogio del diverso nella ripetizione dell’Uguale. Ti rifugi in chiesa e senti il Principale ripetere le password dell’epoca: accoglienza, poi la solita invettiva contro i muri e i confini, lo stesso pacchetto di precetti e condanne. La Chiesa smette di essere la Casa del Signore e diventa un gommone per trasportare migranti nell’odiato occidente.

Leggi tutto

Virus cinese e pensiero antiscientifico

Nel 2016 l’Oxford English Dictionary ha eletto il termine “post-truth” (post-verità) a parola dell’anno. La Treccani ci dice che per post-verità si intende una “argomentazione, caratterizzata da un forte appello all'emotività, che basandosi su credenze diffuse e non su fatti verificati tende a essere accettata come veritiera, influenzando l'opinione pubblica”. Basta questo a segnalarci che non siamo messi bene.

Leggi tutto

Chi vuole incantarci sulla marijuana

Chi vuole incantarci sulla marijuana

di Alessandro Sallusti - Il Giornale

Il presidente del Senato Elisabetta Casellati ha dichiarato inammissibile l'emendamento alla manovra finanziaria che dava il via libera alla vendita della cannabis light, altrimenti detta «spinello leggero».

Leggi tutto

Resta la via al padre dei Gulag: il Pd non vuole cancellare Lenin

Resta la via al padre dei Gulag: il Pd non vuole cancellare Lenin

La richiesta era stata presentata un mese fa perché "nel 2019 in nessuna parte del mondo dovrebbe essere intitolata una via a un dittatore". Principio validissimo, ma a quanto pare applicabile solo ad alcuni. A Bologna infatti la via dedicata a Vladimir Il'ič Ul’janov Lenin non si tocca. Nonostante il voto del Parlamento europeo che equipara nazismo e comunismo.

Leggi tutto

Perché l'intellighenzia di sinistra sta dalla parte dei tiranni

Perché l'intellighenzia di sinistra sta dalla parte dei tiranni

Da Mladic ad Assad. Così gli intellettuali anti-imperialisti si schierano coi regimi più sanguinari rilanciando fake news. Il caso di Noam Chomsky

C'è un filo rosso che lega Srebrenica alla Siria. E non potrebbe esserci colore migliore per descriverlo, visto che a tracciarlo, incuranti delle dotte discussioni su fake news e teorie cospirazioniste, sono alcuni degli intellettuali di sinistra più lodati e ascoltati di questi anni. Su tutti il linguista Noam Chomsky.

Leggi tutto

Grillo e la "decrescita felice"

Grillo e la "decrescita felice"

Attenti al Grillo. Il futuro a 5 stelle è un Medioevo povero e gelido

Il programma bandisce gas e petrolio, dal 2050 solo rinnovabili. I disoccupati? vanno indirizzati alla terra

Francesco Maria Del Vigo - Lun, 31/07/2017

Cosa si nasconde realmente dietro il Movimento 5 Stelle? Grattando via i proclami pubblici, le battutacce, le provocazioni e le parole d'ordine ripetute fino allo stordimento («Onestà! Onestà!») che cosa rimane della campagna elettorale permanente dei grillini? Verba volant e scripta manent, anzi web manet, come sarebbe piaciuto a Gianroberto Casaleggio.

Leggi tutto

propaganda comunista
clima culturale