• Il libro nero del comunismo
  • Evoluzione del comunismo
  • Evoluzione del comunismo
  • Evoluzione del comunismo

Alcuni libri per capire cos'è stato il comunismo

Verrà l'Anticristo e sarà ecologista, pacifista, ecumenista, vegano, animalista, giustizialista, populista, omofilo.

Resta la via al padre dei Gulag: il Pd non vuole cancellare Lenin

Resta la via al padre dei Gulag: il Pd non vuole cancellare Lenin

La richiesta era stata presentata un mese fa perché "nel 2019 in nessuna parte del mondo dovrebbe essere intitolata una via a un dittatore". Principio validissimo, ma a quanto pare applicabile solo ad alcuni. A Bologna infatti la via dedicata a Vladimir Il'ič Ul’janov Lenin non si tocca. Nonostante il voto del Parlamento europeo che equipara nazismo e comunismo.

Leggi tutto

Perché l'intellighenzia di sinistra sta dalla parte dei tiranni

Perché l'intellighenzia di sinistra sta dalla parte dei tiranni

Da Mladic ad Assad. Così gli intellettuali anti-imperialisti si schierano coi regimi più sanguinari rilanciando fake news. Il caso di Noam Chomsky

C'è un filo rosso che lega Srebrenica alla Siria. E non potrebbe esserci colore migliore per descriverlo, visto che a tracciarlo, incuranti delle dotte discussioni su fake news e teorie cospirazioniste, sono alcuni degli intellettuali di sinistra più lodati e ascoltati di questi anni. Su tutti il linguista Noam Chomsky.

Leggi tutto

Grillo e la "decrescita felice"

Grillo e la "decrescita felice"

Attenti al Grillo. Il futuro a 5 stelle è un Medioevo povero e gelido

Il programma bandisce gas e petrolio, dal 2050 solo rinnovabili. I disoccupati? vanno indirizzati alla terra

Francesco Maria Del Vigo - Lun, 31/07/2017

Cosa si nasconde realmente dietro il Movimento 5 Stelle? Grattando via i proclami pubblici, le battutacce, le provocazioni e le parole d'ordine ripetute fino allo stordimento («Onestà! Onestà!») che cosa rimane della campagna elettorale permanente dei grillini? Verba volant e scripta manent, anzi web manet, come sarebbe piaciuto a Gianroberto Casaleggio.

Leggi tutto

L'INFAMIA DELLA GIORNATA MONDIALE SULL'ABORTO

L'INFAMIA DELLA GIORNATA MONDIALE SULL'ABORTO

di Mario Adinolfi
Giovedì 28 settembre è data fissata per la surreale "giornata mondiale per l'aborto libero e sicuro". Non bastano evidentemente i 56 milioni di aborti all'anno censiti dall'Organizzazione mondiale della Sanità. Serve una giornata mondiale per chiedere "l'aborto libero". Il modello che gli organizzatori hanno in mente è l'aborto a nascita parziale, procedura per fortuna illegale nella totalità degli Stati, ma praticato in alcune cliniche Planned Parenthood degli Stati Uniti sotto l'egida legale della storica sentenza Roe vs. Wade del 1973 della Corte Suprema, nonostante interventi normativi che dal 2003 hanno provato a limitarlo se non a vietarlo.

Leggi tutto

I nemici della scienza (e del capitalismo)

I nemici della scienza (e del capitalismo)

Negli anni ’80 e ‘90 i presunti fenomeni paranormali (telepatia, chiaroveggenza, precognizione, psicocinesi), lo spiritismo, la magia, erano temi che dominavano la discussione sui media. Con il passare degli anni, e grazie all'incessante attività di alcune associazioni nel denunciare l’infondatezza di tali fenomeni, questo tipo di notizie hanno perso una buona parte del loro interesse, anche se ancora oggi, fattucchiere, maghi, medium, astrologi e fantasmi figurano nel palinsesto televisivo e su molti giornali.

Leggi tutto

Dario Fo, fascista nero e fascista rosso

Dario Fo, fascista nero e fascista rosso

Ecco cosa pensava la Fallaci del "penoso" Dario Fo: "Senza dignità"

La scrittrice fiorentina Oriana Fallaci dedicò alcune righe a Dario Fo e sua moglie: "A parte il disprezzo, intende dire? Una specie di pena. Perché v'era un che di penoso in quei due vecchi" Anche Oriana Fallaci disse la sua su Dario Fo. Tra i due non correva buon sangue, è evidente: si scambiarono diverse accuse, il primo barricato su posizioni no-global, la seconda sempre controcorrente.

Leggi tutto

Dario Fo, soccorso rosso

Dario Fo, soccorso rosso

Dario Fo è diventato un guru della politica grazie alla doppiezza e alle molte connivenze ideologiche. Le parole su Oriana Fallaci, la battaglia per la causa palestinese contro l’imperialismo e il sionismo. Un catechista della rivoluzione la cui “commedia dell’arte” strizzava l’occhio alla brutalità politica.
di Giulio Meotti | 14 Ottobre 2016 Il Foglio

Leggi tutto

propaganda comunista
clima culturale