• Comunismo
  • Comunismo
  • Mappa dei gulag
  • LENIN e STALIN: i più grandi criminali di tutti i tempi
  • Il libro nero del comunismo
giovani comunisti

Perché questo sito?

Per i professori e gli studenti in "okkupazione" con le bandiere rosse. Per le librerie che hanno 200 titoli sui lager nazisti (giustamente) ma neanche una copia di Arcipelago Gulag o dei Racconti della Kolyma. Per i mentecatti che sfilano con la falce e il martello, il simbolo di una ideologia che ha fallito ovunque e ha portato solo miseria morale e materiale. Leggi tutto

crimini comunismo

I crimini del comunismo

Il comunismo ha commesso ogni genere di crimini: contro lo spirito, contro la cultura, contro il patrimonio dell'umanità. Tuttavia questi crimini non sono nulla al confronto dei crimini commessi nei confronti di uomini donne, bambini e famiglie.
E' stato calcolato che il comunismo abbia causato 100 milioni di morti. Leggi tutto

giovani comunisti

Epigoni dei bolscevichi

I semplici e brutali slogan dei bolscevichi fanno ancora molta presa: non è infrequente sentire le vecchie trite e violente parole d'ordine ripetute fino alla nausea - e solo leggermente adattate - nei comizi di Grillo, nei "collettivi" dei centri sociali, nelle manifestazioni studentesche e negli scioperi. Leggi tutto

Sbarco in Normadia

L’Italia s’è desta ma non s’è liberata, l’hanno fatto gli Alleati

Anche in base ai conti di Bocca un partigiano su due partecipò alla Resistenza solo dal 15 al 25 aprile 1945

“Siamo comunque grati agli americani per averci liberato, col concorso dei partigiani”. Curiosamente in un centro sinistra che spara contro Bush per la sua visita del 4 giugno, è quasi Fausto Bertinotti quello che si mostra più pacato. Ma anche lui usa poi un giro di parole la cui implicazione sembra essere che il lavoro sia stato per lo meno fifty-fifty, se non che addirittura siano stati i partigiani a fare lo sforzo principale. Prima ancora di essere il mito fondante dei partiti della Prima Repubblica, e in particolare del Pci, questo assunto fu fatto proprio dallo stesso Stato italiano, proprio per ottenere condizioni di pace meno gravose. “Anche l’Italia ha vinto”, era il famoso titolo di un numero speciale del 1945 del Mercurio, rivista culturale allora di grande prestigio.

Leggi tutto

Il falò di una cultura: è l'11 settembre dell'Europa cristiana

Il falò di una cultura: è l'11 settembre dell'Europa cristiana

Incendio devasta Notre Dame. Le fiamme sono il tramonto forse definitivo dell'emblema di una città e una nazione - Stenio Solinas

Sei anni fa lo scrittore non conformista Dominique Venner scelse Notre-Dame per uccidersi con un colpo di pistola.

Era il suo modo di dire addio a una «certa idea» della Francia e dell'Europa, una nazione e un continente di cui si ostinavano a rimanere in piedi i monumenti, ma si era nei secoli disseccata la linfa; una protesta e, insieme, una rivendicazione perché le ragioni per vivere e le ragioni per morire sono spesso le stesse e quando le parole sembrano risultare impotenti, è necessario un atto per esprimere ciò che si prova.

Leggi tutto

100 anni dalla Rivoluzione d'Ottobre

100 anni dalla Rivoluzione d'Ottobre

100 anni dalla Rivoluzione Bolscevica - 100 anni di fallimenti, di miseria morale e materiale - 100+ milioni di morti [Il comunismo in cifre].

7 novembre 1917 - In una fredda notte di Pietrogrado, cent'anni fa, un piccolo gruppo di "Guardie Rosse" assalto' il Palazzo d'Inverno e insediò con la forza il primo governo comunista al mondo. La rivoluzione bolscevica segna l'inizio di un secolo in cui gli aderenti all'ideologia comunista hanno commesso alcuni delle peggiori atrocità della storia umana.

Leggi tutto

Il 1° maggio, ricorda che il Socialismo è schiavitù

Il 1° maggio, ricorda che il Socialismo è schiavitù

Un anno fa, un attivista di nome Daniel Llorente ha interrotto la marcia della Giornata dei lavoratori a L'Avana, a Cuba. Indossando la maglietta con la bandiera cubana, Llorente sventolo' la bandiera americana e corse davanti alla processione piena di foto di Fidel Castro. È stato affrontato da agenti sotto copertura dello stato. Ma per un breve momento, un dissidente cubano ha sventolato la bandiera americana a L'Avana durante la celebrazione ufficiale della Rivoluzione Socialista.

Leggi tutto

Reagire ai padroni del caos o morire poveri ma buonisti

Reagire ai padroni del caos o morire poveri ma buonisti

Non è certo una lettura da ombrellone, quella che suggeriamo, ma è determinante; perciò sistematevi dove volete, armatevi di matita per prendere appunti, che alla fine costelleranno il libro, e in fondo arriverete senza riuscire a staccarvi dalle 447 pagine, perché I padroni del caos di Renato Cristin (editore Liberilibri) risveglia la coscienza, apre la mente e scalda il cuore, una riga dopo l'altra senza soluzione di continuità.

Leggi tutto

I padroni del caos e la riscoperta dell’identità

I padroni del caos e la riscoperta dell’identità

Politica, società, economia, morale, Chiesa: qualunque sia l’ambito al quale guardiamo, oggi facilmente prevale in noi il senso di disorientamento. L’impressione generale è che non solo manchino certezze alle quali agganciarsi e punti di riferimento utilizzabili per attribuire senso all’esistere, ma che qualcuno, da qualche parte, stia lavorando alacremente perché certezze e punti di riferimento siano sempre meno individuabili e utilizzabili.

Leggi tutto

propaganda comunista
clima culturale