Verrà l'Anticristo e sarà ecologista, pacifista, ecumenista, vegano, animalista, giustizialista, populista, omofilo.

L'INFAMIA DELLA GIORNATA MONDIALE SULL'ABORTO

L'INFAMIA DELLA GIORNATA MONDIALE SULL'ABORTO

di Mario Adinolfi
Giovedì 28 settembre è data fissata per la surreale "giornata mondiale per l'aborto libero e sicuro". Non bastano evidentemente i 56 milioni di aborti all'anno censiti dall'Organizzazione mondiale della Sanità. Serve una giornata mondiale per chiedere "l'aborto libero". Il modello che gli organizzatori hanno in mente è l'aborto a nascita parziale, procedura per fortuna illegale nella totalità degli Stati, ma praticato in alcune cliniche Planned Parenthood degli Stati Uniti sotto l'egida legale della storica sentenza Roe vs. Wade del 1973 della Corte Suprema, nonostante interventi normativi che dal 2003 hanno provato a limitarlo se non a vietarlo.

Leggi tutto

I nemici della scienza (e del capitalismo)

I nemici della scienza (e del capitalismo)

Negli anni ’80 e ‘90 i presunti fenomeni paranormali (telepatia, chiaroveggenza, precognizione, psicocinesi), lo spiritismo, la magia, erano temi che dominavano la discussione sui media. Con il passare degli anni, e grazie all'incessante attività di alcune associazioni nel denunciare l’infondatezza di tali fenomeni, questo tipo di notizie hanno perso una buona parte del loro interesse, anche se ancora oggi, fattucchiere, maghi, medium, astrologi e fantasmi figurano nel palinsesto televisivo e su molti giornali.

Leggi tutto

Dario Fo, fascista nero e fascista rosso

Dario Fo, fascista nero e fascista rosso

Ecco cosa pensava la Fallaci del "penoso" Dario Fo: "Senza dignità"

La scrittrice fiorentina Oriana Fallaci dedicò alcune righe a Dario Fo e sua moglie: "A parte il disprezzo, intende dire? Una specie di pena. Perché v'era un che di penoso in quei due vecchi" Anche Oriana Fallaci disse la sua su Dario Fo. Tra i due non correva buon sangue, è evidente: si scambiarono diverse accuse, il primo barricato su posizioni no-global, la seconda sempre controcorrente.

Leggi tutto

Dario Fo, soccorso rosso

Dario Fo, soccorso rosso

Dario Fo è diventato un guru della politica grazie alla doppiezza e alle molte connivenze ideologiche. Le parole su Oriana Fallaci, la battaglia per la causa palestinese contro l’imperialismo e il sionismo. Un catechista della rivoluzione la cui “commedia dell’arte” strizzava l’occhio alla brutalità politica.
di Giulio Meotti | 14 Ottobre 2016 Il Foglio

Leggi tutto

Un terrorista cittadino di Napoli

Un terrorista cittadino di Napoli

12 agosto 2016 - Il sindaco di Napoli, De Magistris accoglie in città il terrorista palestinese Bilal Kayed e gli concede la cittadinanza onoraria. Nel curriculum filopalestinese e islamofilo del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, mancava ormai soltanto la cittadinanza onoraria a “un terrorista palestinese”.

Leggi tutto

Le ambigue affermazioni di Vendola sulla pedofilia

"Non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia ad esempio, cioè del diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra loro, o con gli adulti - tema ancora più scabroso - e trattarne con chi la sessualità l'ha vista sempre in funzione della famiglia e dalla procreazione."

Repubblica - 19 marzo 1985 - IL GAY DELLA FGCI - ROMA - Nichi Vendola ha 26 anni, è pugliese. Qualche giorno fa è stato eletto membro della segreteria nazionale della Fgci, la Federazione giovanile comunista.

Leggi tutto

Mario Mieli: comunismo e depravazione

Mario Mieli: comunismo e depravazione

Chi è stato il fondatore del movimento omosessuale italiano? Il suo nome è Mario Mieli, scrittore e autore nel 1977 del celebre “Elementi di critica omosessuale” che divenne un fondamento dei cosiddetti “lavaggi del cervello”, ovvero delle teorie di genere in Italia: approccio psicologico e antropologico dell’omosessualità (con quali competenze?), giudicato “pietra miliare per un’intera generazione di militanti gay”. [Si veda anche: Evoluzione del comunismo: la distruzione della famiglia tradizionale]

Leggi tutto

il pensiero unico

Il fronte unico dei modernisti

Di Ernesto Galli della Loggia - Corriere della Sera - Attraverso quali vie oggi possono nascere e diffondersi in un Paese come l’Italia sentimenti di estraneità ostili nei confronti delle élite, a cominciare magari da quelle culturali e giornalistiche? Di avversione verso il loro ruolo nello spazio pubblico, e quindi, inevitabilmente, di protesta verso la politica? Quei sentimenti, cioè, che poi finiscono per confluire indifferentemente da destra o da sinistra nel grande collettore che abbiamo convenuto di chiamare «populismo»?

Leggi tutto

Sfregio ai martiri delle foibe

8 Febbraio 2016 - TRENTO. E' scomparsa probabilmente nel corso della notte la lapide che, nei giardini di largo Pigarelli a Trento, davanti a palazzo di giustizia, ricordava i martiri delle foibe. Sull'asportazione sta indagando la Polizia di Stato.

Leggi tutto

Marx il più letto nei campus americani di economia

Marx il più letto nei campus americani di economia

Più di 25 anni dopo la caduta del muro di Berlino, il crollo dell'Unione Sovietica e l'inizio delle dell'economia di mercato nella Cina (pur saldamente nelle mani dei comunisti), "Il Manifesto del Partito Comunista" compare ancora tra i primi tre testi più frequentemente assegnati agli studenti nelle università americane. Al contrario, la Bibbia non si presenta affatto.

Leggi tutto

Evoluzione del comunismo - sodomiti di tutto il mondo unitevi

Evoluzione del comunismo: la distruzione della famiglia tradizionale

Le teorie economiche dei comunisti si sono rivelate fallimentari: ovunque applicate hanno prodotto enormi catastrofi. Tuttavia alcune idee dei socialisti e dei comunisti sulla società, sulla famiglia, sull'educazione dei figli continuano a circolare, producendo danni altrettanto gravi e una aberrante povertà morale nelle società occidentali.

Leggi tutto

Ideologi della lagna e del complotto

L'ideologia della lagna dei post comunisti

L’ideologo della lagna è ovviamente contro tutto. “No Tav”, “No all’alta velocità”, “No agli inceneritori” “No alle centrali nucleari”. Non c'è molta fantasia: in pratica è un "No" a qualsiasi grande (o non così grande) opera o riforma che si voglia realizzare in Italia.

Le motivazioni addotte dagli ideologi della lagna - Grillo, Gabanelli, Vendola e altri post/ex, comunisti - sono varie, ma sempre riconducibili a due o tre semplici argomenti e ripetuti a mo' di mantra, fino alla nausea, dai loro pappagalleschi fans sociologici:

Leggi tutto

  • 1
  • 2
propaganda comunista
clima culturale